Moschea Blu (Erevan)

Erevan, Armenia

Moschea Blu (Erevan)

8.6

La Moschea Blu (in armeno: Կապույտ մզկիթ?, Kapuyt mzkit; in persiano, مسجد کبود, Masjed-e Kabud) è una moschea di Erevan, l'unica ad essere attiva in territorio armeno.

La regione di Erevan è stata posta sotto la giurisdizione di governanti musulmani da tempi immemori, risalenti sino al Trecento, quando era sottoposta alle pressioni e incursioni del condottiero turco Tamerlano. A partire dal Cinquecento, e in particolare in seguito alla pace di Amasya (stipulata nel 1555), fino al Novecento, è stata una provincia di confine dell'Iran, a sua volta governato progressivamente dai Safavidi, dai Nadir Shah, Karim Khan Zand e infine dalla dinastia Qajar), per poi passare nelle mani dei Russi (trattati di Gulistān, 1813, e Turkmanciāi, 1828), seguendo le sorti dell’Impero russo ed entrando poi a far parte dell'Unione Sovietica.

Thumbnail image credited to ArmineaghayanAdditional info



Recensioni degli ospiti


Alloggi vicino Moschea Blu (Erevan)

Visualizza altre opzioni vicino a Moschea Blu (Erevan)

Tour e attività di Moschea Blu (Erevan)